Catalogo
Dirette Tv
Cerca

FILM

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban: cosa c'è da sapere sull'Incanto Patronus

Tutto quello che bisogna sapere sull'Incanto Patronus per prepararsi alla visione di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban in onda il 26 novembre

Condividi
Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, terzo capitolo della saga del maghetto ideata da J.K. Rowling, va in onda giovedì 26 novembre in prima serata su Canale 5. Dopo Chris Columbus, la regia passa ad Alfonso Cuarón che cambia drasticamente l’atmosfera e lo stile della pellicola.

Il prigioniero di Azkaban è considerato uno dei capitoli più dark e personali della saga, soprattutto grazie all’abilità di Cuarón nel riuscire in un solo film a segnare il passaggio dei protagonisti dall’infanzia all’adolescenza.
Incanto Patronus: come funziona
In Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Remus Lupin è il nuovo professore di Difesa contro le Arti Oscure (qui una guida per scoprire tutti gli altri professori). Il suo primo incontro con il protagonista avviene sull’espresso per Hogwarts: Harry viene attaccato da un Dissenatore e il professore lo difende con un incantesimo, l'Incanto Patronus.

Nonostante sia considerato un incantesimo particolarmente complesso, Remus Lupin proverà a insegnarlo a Harry durante il suo terzo anno: “Questa è una magia molto avanzata. L’incantesimo si chiama Incanto Patronus. Il Patronus è una specie di forza positiva e per il mago che ne evoca uno funziona come schermo. Il Dissennatore si nutre di esso piuttosto che del mago”. Per evocare con successo un Patronus, bisogna concentrarsi su un unico ricordo felice e pronunciare la formula Expecto Patronum.

“Per farlo funzionare devi concentrarti su un ricordo, non un ricordo qualsiasi, uno molto felice e di grandissima intensità”, spiega Remus a Harry. Se evocati in maniera corretta e completa, i Patroni hanno la forma di un animale. Harry Potter è uno dei maghi più giovani a essere riuscito a evocare un Patronus di forma completa; il Patronus di Harry ha la forma di un cervo (come quello di suo padre James).
Le forme animali dei Patroni
Se un Patronus viene eseguito correttamente, il fascio di luce argenteo che esce dalla bacchetta prenderà la forma di un animale che risulta diverso a seconda del mago. È molto raro che un Patronus muti la forma nel corso del tempo, e accade solo se il mago subisce un trauma molto forte.

La più celebre mutazione di un Patronus raccontata da J.K.Rowling è sicuramente quella di Severus Piton: il trauma che ha sconvolto la vita di Severus è la morte della madre di Harry, Lily. Dopo aver trovato la donna, che ha segretamente amato per tutta la vita, morta per mano di Voldemort, questa tragedia lo ha segnato profondamente. Da quel momento in poi, il suo Patronus cambia forma diventando uguale a quello di Lilly: una cerva.

Durante il film Harry Potter e l’Ordine della fenice, scopriamo le forme dei Patroni di molti personaggi durante le lezioni dell’Esercito di Silente. Per esempio, il Patronus di Ron ha la forma di un cane mentre quello di Hermione di una lontra. Inoltre, sappiamo che il Patronus di Silente è una fenice e quello della professoressa McGranitt è un gatto.
25 novembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154