FILM

Harry Potter e l'Ordine della Fenice, il film in cui si cresce

Lunedì 30 marzo su Italia 1 quinto capitolo della saga dedicata al maghetto ideato da J.K. Rowling

Condividi
Lunedì 30 marzo in prima serata su Italia 1 va in scena Harry Potter e l'Ordine della Fenice, quinto capitolo della saga ispirata ai romanzi di J.K. Rowling e dedicata al giovane maghetto sopravvissuto da bambino alla furia di Lord Voldemort. Tante le novità che riguardano il film del 2007, a partire dalla sceneggiatura, affidata a Michael Goldenberg, e alla regia di David Yates, il quale curerà anche i capitoli successivi.

Dopo le avvincenti vicende narrate in Harry Potter e il calice di fuoco, chiuso con la tragica morte di Cedric Diggory, il ritorno a Hogwarts è segnato da importanti cambiamenti.

Per la prima volta dall'inizio della saga, la trama concede spazio anche alle questioni amorose: se nei primissimi capitoli si poteva ipotizzare una relazione tra Hermione e Harry, quest'ultimo riesce invece a conquistare Cho Chang.

Già nel capitolo precedente Harry l'aveva invitata al Ballo del Ceppo, ma la studentessa aveva dovuto rifiutare perché invitata precedentemente da Cedric Diggory, con il quale era poi nata una storia. Un anno dopo il protagonista sembra avere maggior fortuna, anche se la loro relazione verrà presto messa a dura prova.
La maturità dei protagonisti è evidenziata con la fondazione dell'Esercito di Silente, l'organizzazione studentesca segreta attraverso la quale ci si allena ad affrontare il Signore Oscuro.

Qui Harry può mostrare tutte le sue doti di leader, vestendo i panni del "maestro" nei confronti dei suoi compagni. I miglioramenti non tardano ad arrivare e presto gli incantesimi appresi si riveleranno utili.

Cambia il rapporto che ha sempre visto in contrasto Harry e il professor Piton: per fronteggiare ulteriormente il ritorno di Voldemort, il maghetto inizia a seguire lezioni private di occlumanzia, scoprendo l'insegnante da un punto di vista diverso rispetto a quanto descritto precedentemente. Harry ha infatti modo di conoscere molti retroscena legati al passato di Piton e al rapporto che quest'ultimo aveva con suo padre.
A differenza dei capitoli precedenti, inoltre, la battaglia non si svolge tra le mura di Hogwarts, bensì al Ministero della Magia.

Dopo aver perso Silente come punto di riferimento durante il periodo scolastico, per la prima volta Harry e i suoi amici non sono soli, ma vengono coinvolti in una guerra molto più grande che coinvolge alcuni membri dell'Ordine della Fenice e i Mangiamorte, al servizio di Voldemort.

Qui i link per leggere altri articoli sulla saga di Harry Potter:

Harry Potter e la Pietra Filosofale, 3 cose che ci ha insegnato

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban: il film in cui cambia tutto

Harry Potter e il Calice di Fuoco, 3 differenze tra il libro e il film

Harry Potter e il Principe Mezzosangue, 3 domande rimaste senza risposta nel film

30 marzo 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154