IL RACCONTO

Tomaso Trussardi: "Quando ho perso mio padre e, poco dopo, mio fratello"

Ospite a Verissimo per la sua prima intervista tv, Tomaso racconta le sofferenze che ha vissuto da ragazzo, prima per la morte del padre e, tre anni dopo, per quella del fratello

Condividi
Tomaso Trussardi, ospite a Verissimo per la sua prima intervsta televisiva, ricorda il padre Nicola, che ha portato al successo l’azienda di famiglia ed è scomparso quando lui aveva solo 15 anni: "Mi manca non aver conosciuto la persona. L’ho vissuto più come figura genitoriale, che ami e che ti dà delle regole che cerchi di interpretare". E aggiunge: "Non ci sono più imprenditori come lui: era un instancabile lavoratore. Mi ha insegnato la totale adesione al lavoro, a porsi degli obiettivi e a portarli avanti".
Tre anni dopo la sua morte, la sua vita subisce un altro scossone con la scomparsa del fratello Francesco, che ha perso la vita a soli 27 anni: "Ci ha lasciato dopo solo tre anni dalla morte di mio padre. È stato un colpo ancora più forte. Con lui stavo costruendo anche un rapporto di amicizia. Io sono un positivo per natura ma certe cose non le superi, impari a convincerci. Sono delle cicatrici che rimangono".
19 settembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154