FAMIGLIA

Rita Pavone: "Non si è mai troppo grandi per sopportare la perdita di un genitore"

Rita Pavone, ospite a Verissimo, racconta i 55 anni di carriera, ma anche la sua vita e la dolorosa perdita dei genitori. E sul ritiro nei primi anni Duemila dice: "Cantare le hit del passato a 70 anni non mi piaceva più"

Condividi
Ospite a Verissimo Rita Pavone, oggi 74 anni, racconta i suoi 55 anni di carriera, iniziata quando aveva solo 12 anni. "Non avrei mai potuto immaginare di uscire da Torino, vedere il mondo è stato il privilegio più grande", dice.

Il suo più grande ammiratore è sempre stato papà Giovanni: "Lui mi diceva 'o sarai amata o sarai odiata, non passi inosservata' e infatti è stato così e oggi di haters sui social ne ho parecchi". Il rapporto con il padre è cambiato dopo il successo: " Lui è diventato geloso di chi gestiva il mio successo, cioè Ferruccio (aka il cantante Teddy Reno, ndr,), che poi divenne mio marito. E quando scoprì che tra noi c'era una relazione anche sentimentale si indignò".

Per molto tempo i due non si chiairirono: "Per anni ho vissuto con il senso di colpa di essere stata la causa della fine del matrimonio dei miei genitori, ma poi scoprii che c'era un'altra donna nella sua vita che era stata la vera causa. Anche quando io e papà abbiamo fatto pace, non ci siamo mai chiariti del tutto".

Infine, sul suo ritiro dalle scene musicali dei pirmi anni Duemila dice: "Non mi piaceva più quello che favo, a 70 anni non mi andava più di cantare le mie hit di una volta; il passato è passato".
20 giugno 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154