MUSICA

Riki: "I miei plagi? Provocazioni"

Ospite di Silvia Toffanin, il cantante racconta la vera storia del "falso Riki" e dei suoi plagi. E canta Gossip, il nuovo singolo

Condividi
Ospite di Silvia Toffanin dopo un anno di assenza dai palchi italiani, il cantante di Segrate Riki, nome d'arte di Riccardo Marcuzzo, spiega i suoi esperimenti social, dal sosia al plagio, fino al tour instore senza disco. "Quando ho postato la foto del mio sosia la maggior parte delle persone mi ha accusato di essermi rifatto la faccia, gli zigomi. E io mi sono divertito perché ho capito che per le persone è impensabile che si posti un'altra persona. Quasi nessuno ha preso in considerazione il fatto che non fosse un mio selfie".

Provocatorio è anche il testo del suo nuovo singolo, uscito il 9 ottobre 2019, Gossip, che Riki canta in studio accompagnato alla chitarra dal suo produttore. Il testo della nuova canzone racconta dell’ossessione di apparire e della ricerca spasmodica del gossip nelle relazioni. "Il concetto della canzone è che tanti vivono la vita solo per gossip".

"Quando ho postato il fake della canzone Soldi con le parole di Gossip ho voluto prendere in giro me stesso, non Mahmood. Mi ha speventato che un plagio abbia ricevuto mille commenti di persone che si complimentavano per il pezzo perché era una palese presa in giro".

Per salutare Verissimo Riki canta anche il brano che l'ha reso celebre nel 2017, Perdo le parole, tratto dall'omonimo album uscito durante la sua partecipazione alla sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, tra i più venduti in Italia nei primi sei mesi del 2017.
26 ottobre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154