CINEMA

Pierfrancesco Favino: "Come sono diventato Bettino Craxi"

L'attore, ospite a Verissimo, racconta la sua trasformazione per il film "Hammamet": "Sono serviti 5 mesi e 5 ore di trucco al giorno"

Condividi
Nei cinema dal 9 gennaio con il film di Gianni Aurelio Hammamet, Pierfrancesco Favino racconta in esclusiva a Verissimo come si è trasformato in Bettino Craxi. "La trasformazione ha richiesto 4/5 mesi e 5 ore e mezzo di trucco al giorno", svela l'attore a Silvia Toffanin.

"Il trucco era diventato un rituale quotidiano sul set e solo i due truccatori al mattino mi vedevano con la mia faccia, gli altri mi vedevano solo con la faccia di Craxi
 e mi trattavano anche diversamente per questo, sentivo una certa riverenza".

Il film di Gianni Amelio, sull'esilio di Craxi ad Hammamet, racconta un lato inedito di uno dei personaggi più discussi del Novecento: "Il film racconta un lato inedito di Craxi, soprattutto nel rapporto con la figlia, che io come padre ho amato molto; dev’essere stato difficile essere figlio di quest’uomo", continua Favino.

Il film è "pietoso nel senso più alto del termine: penso che sia un film su un re che ha perso il suo trono e che dal grandissimo potere che ha si rende conto pian piano che la morte e la malattia esistono anche per lui".
11 gennaio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154