CONFESSIONI

Michelle Hunziker: "Il mio stalker più pericoloso si è presentato con una pistola"

In collegamento a Verissimo, la conduttrice racconta gli episodi di stalking che negli anni l'hanno spaventata di più. Il più terribile? "Le minacce a mia figlia Aurora"

Condividi
In collegamento a Verissimo, Michelle Hunziker, in prima linea da anni con la sua Fondazione Doppia Difesa contro la violenza di genere, racconta le esperienze che l'hanno portata a impegnarsi nella lotta a difesa delle donne: "Ho avuto molti stalker, alcuni molto pericolosi", ha ammesso.

"Uno mi aveva annunciato via posta di presentarsi a una mia prima con una pistola, e lo ha fatto: quello poteva essere un evento tragico, se non stavamo abbastanza attenti. Io avevo la fortuna di potermi proteggere con una guardia del corpo, ma ero frustrtata perché quando quando ho avuto il mio primo stalker, nel 2005, non c'era ancora nessuna legge in Italia".

La paura più grande però l'ha provata quando hanno minacciato la figlia Aurora Ramazzotti: "Anni fa mi hanno chiesto dei soldi minacciando di aggredire con l'acido mia figlia; per settimane mi sono sentita persa e ho deciso di mettere una guardia del corpo anche ad Auri, cambiandole la vita".

E conclude: "La violenza psicologica è il primo passo verso quella fisica. Noi mamme abbiamo la responsabilità di invertire la tendenza culturale, dobbiamo scardinare i cliché".
21 novembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154