IL VIDEOMESSAGGIO

Michele Placido e Luna Vincenti tra Neruda e Battiato

L'attore e la moglie al pianoforte di casa recitano alcuni versi di Pablo Neruda e cantano "La cura" di Franco Battiato: "Confortiamo le nostre fragilità con la musica e la poesia"

Condividi
L'attore Michele Placido al pianoforte di casa accanto alla moglie Luna Vincenti recita alcuni versi della poesia di Pablo Neruda, I versi del capitano.
Tutta la notte ho dormito con te vicino al mare, nell'isola. Eri selvaggia e dolce tra il piacere e il sonno, tra il fuoco e l'acqua. Forse assai tardi i nostri sogni si unirono, nell'alto o nel profondo, in alto come i rami che muove uno stesso vento, in basso come rosse radici che si toccano. Forse il tuo sogno si separò dal mio e per il mare oscuro mi cercava, come prima, quando ancora non esistevi, quando senza scorgerti navigai al tuo fianco e i tuoi occhi cercavano ciò che ora - pane, vino, amore e collera - ti do a mani piene, perché tu sei la coppa che aspettava i doni della mia vita. Ho dormito con te tutta la notte. Ho dormito con te e svegliandomi la tua bocca uscita dal sonno mi diede il sapore di terra, d'acqua marina, di alghe, del fondo della vita, e ricevetti il tuo bacio bagnato dall'aurora, come se mi giungesse dal mare che ci circonda.

A fine poesia, Luna Vincenti canta a pianoforte La cura di Franco Battiato. "In questo periodo confortiamo le nostre fragilità così, con la musica e la poesia".
23 maggio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154