LO SFOGO

Luca Barbareschi: "Se qualcuno non fa qualcosa, chiuderò il Teatro Eliseo"

L'attore a Verissimo commenta il suo rinvio a giudizio: "Sono pronto a dimettermi e fare causa allo Stato"

Condividi
Luca Barbareschi a Verissimo commenta il suo rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sui fondi destinati al teatro Eliseo. "Sono l’unico che ha comprato un teatro, lo gestisco, non ho contributi e sono stato rinviato a giudizio per traffico di influenze, una cosa che non esiste, non ha alcun senso. Il denaro viene dal pubblico, quindi noi tutti facciamo i mendicanti chiedendo soldi".

Direttore artistico del celebre teatro romano dal 2015, l’attore e regista si dice pronto anche a dimettersi: "Sono triste e abbacchiato. Se mi avessero detto cinque anni fa, che dopo aver comprato un teatro il risultato sarebbe stato quello di avere un avviso di garanzia …non so: sono pronto anche a dimettermi e fare causa allo Stato".

A Silvia Toffanin, che gli domanda se alla luce di questa situazione il teatro chiuderà, Luca Barbareschi risponde: "Noi dobbiamo rispettare chi ha comprato i biglietti, ma se qualcuno non fa qualcosa, sì. Per non truffare il pubblico finirò la stagione, ma da fine aprile non so".
30 novembre 2019
Copyright © 1999-2019 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154