LA RISPOSTA

Le scuse di Justin Timberlake: "Avevo bevuto troppo, mi pento del mio comportamento"

L'attore rompe il silenzio dopo le foto mano nella mano con la collega: "Non è successo niente, ma non è questo l'esempio che voglio dare a mio figlio"

Condividi
"Non è successo niente con la mia costar. Ho bevuto troppo quella notte e mi pento del mio comportamento", inizia così il messaggio di scuse pubbliche di Justin Timberlake che rompe il silenzio dopo il gossip sul presunto tradimento nato da alcune foto in cui stringeva la mano della collega Alisha Wainwright.

E poi le parole del'attore si indiranno alla moglie, Jessica Biel, e al figlio Silas, 4 anni. "Non è questo l'esempio che voglio essere per mio figlio. Mi scuso con la mia meravigliosa moglie e con la mia famiglia per averli messi in una situazione così imbarazzante, ora cercherò di essere il migliore marito e papà che posso".

Alisha Wainwright e Justin Timberlake sono amici e sono impegnati sul set del film Palmer, di cui l'attore si dice "orgoglioso" di farne parte: "Non vedo l'ora di conitnuare le riprese e che la gente lo veda".
05 dicembre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154