ROYALS

Le 5 (folli) regole da madre reale che Meghan Markle può finalmente infrangere

Dai viaggi di famiglia ai pantaloni lunghi: cinque veti dettati dal protocollo che la duchessa ora può ignorare (non che fino adesso ne abbia rispettati molti...)

Condividi

Non che Meghan Markle sia mai stata troppo ligia al protocollo reale, ma da quando è nato Archie le regole che ha infranto sono moltissime, forse anche perché già dalla sua nascita lei e Harry avevano deciso di "fare un passo indietro" da reali senior.

Se alla nascita di Archie Meghan ha infranto molte regole (per esempio, Archie non ha un terzo nome come dovrebbe e Meghan non ha posato per i fotografi fuori dall'ospedale dopo il parto), oggi finalmente la duchessa di Sussex è libera di non rispettare il rigido protocollo reale. Un protocollo che disciplina anche il modo in cui si crescono i royal baby e che forse è uno dei motivi che ha portato Harry e Meghan al "divorzio reale". Di seguito, 5 tra le regole più folli che le mamme della famiglia reale devono rispettare. E che Meghan ora può ignorare in pace:

1. NON VESTIRE IL BAMBINO CON PANTALONI LUNGHI
Fino agli 8 anni, ai royal baby non è concesso indossare pantaloni lunghi, ma solo pantaloni sotto il ginocchio. Archie invece, già nella foto con Harry scatatta durante le vacanze di Natale, aveva tutte le gambe coperte.
2. EVITARE I VIAGGI DI FAMIGLIA
Due eredi non dovrebbero viaggiare insieme (per precauzione). Questa regola non vale solo per i primi eredi, quindi il principe Carlo, il principe William e il principe George, ma si applicava anche a Harry e Archie (è possibile solo se la regina dà il suo permesso). D'ora in poi, invece, per i loro spostamenti in America e per i viaggi a Londra Harry e Meghan potranno entrambi viaggiare insieme ad Archie.

3. AVERE UNA TATA
Non è consigliata la tata per i genitori royal, ma è un obbligo. E sappiamo che Meghan Markle vuole crescere da molto vicino Archie e per qualche tempo si è fatta aiutare solo dalla madre.

4. FREQUENTARE SCUOLE PRIVATE E ANDARE ALL'UNIVERSITÀ
I figli reali richiedono una rigida educazione che include il frequentare solo scuole private, anche per ragiorni di sicurezza, e non prevede la possibilità di interrompere gli studi prima di aver finito l'Università.

5. EVITARE AGLIO, CROSTACEI E MONOPOLY
Non sono regole ufficiali, ma alcune delle richieste della regina sono di evitare l'aglio, che lei detesta e oggi è bandito dai menu reali. Allo stesso modo evitare i crostacei, per paura di malattie di origine alimentare. Infine, il gioco da tavolo del Monopoly è troppo vizioso quindi non è adatto come gioco per bambini reali.

14 febbraio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154