LA STORIA

Kasia Smutniak: "La forza delle donne non ha confini"

Kasia Smutniak, fondatrice di una scuola per ragazzi in Mustang, insieme ad una donna locale, ha voluto celebrare la forza femminile

Condividi
Kasia Smutniak ha dato vita in Mustang, Nepal, alla Ghami Solar School, un’associzione benefica che si occupa dell'educazione di una cinquantina di bambini e della protezione della cultura mustangi. Un progetto portato a termine nel 2015, con l’apertura della scuola, che l’attrice ha voluto ricordare con un post su Instagram, in onore della donna che l’ha aiutata a realizzarla.

"Sono cresciuta con la convinzione che il potere delle donne, la forza, la resistenza, la capacità organizzativa, l'intuizione e la tenacia non hanno confini. Che sarei diventata tutto quello che volevo. I limiti? Non ci sono. I muri? Si scavalcano. E sono sempre state le donne a darmi la forza. Donne diverse, con storie diverse, donne con gli occhi che brillano. Lei è Kunzom. Ci siamo trovate per caso (lei lo chiama Karma) in un momento difficile delle nostre vite. Insieme, spalleggiate da altre donne meravigliose, abbiamo superato i limiti, abbattuto i muri.

La Ghami Solar School, nel Mustang, è nata così. Grazie alla forza e l'amore delle donne guerriere. Ps. Nel giorno più felice della mia vita c'erano tutte loro. Karma", ha raccontato l’attrice, condividendo lo scatto di un dolcissimo abbraccio con Kunzom Thakuri.
Kasia Smutniak nel 2019 aveva parlato del suo progetto a Io Donna: "Sono capitata nel Mustang per caso, nel 2003, e ho fatto amicizia con una coppia del posto. Ho cominciato a conoscere questo popolo straordinario, che rischia di scomparire, schiacciato tra la Cina e il mondo occidentale, così aggressivo. Gli abitanti del Mustang, poverissimi, sono di lingua e tradizione tibetana, non nepalese. La nostra scuola è l’unica dove, oltre alla lingua di Stato e all’inglese, si insegna il tibetano. Volevo fare qualcosa lì perché potevo farlo. Servono cinque giorni per arrivarci, ma per me era quello il posto, si vede che era destino”.

Un progetto che ha richiesto lavoro e sacrificio da parte di un team affiatato di persone: "Ci abbiamo messo tre anni, anche perché potevamo portare i materiali solo attraverso il letto di un fiume, nei tre mesi in cui è in secca. Nel frattempo, nel 2015, c’è stato il terremoto. Ora la scuola è al quarto anno di attività. Da noi l’età dei bambini non conta, volevamo dare a tutti, grandi e piccoli, la possibilità di imparare. Ma il progetto non si sarebbe realizzato senza Kunzom Thakuri, la ragazza che ho conosciuto durante la spedizione con i medici. Era originaria di lì, ha vissuto a San Francisco, è tornata per dedicarsi alla scuola. Io polacca, lei mustangi. Quando noi donne ci uniamo siamo forti, perché capiamo il valore del nostro sacrificio", aveva raccontato Kasia al magazine.
Kasia Smutniak ha dato vita alla scuola attraverso la sua Pietro Taricone Onlus, nata in ricordo del compagno, scomparso tragicamente nel 2010, a seguito di un incidente con il paracadute. E proprio per ricordare Pietro Taricone, in occasione dei 10 anni dalla sua scomparsa, l’attrice, lo scorso giugno, aveva condiviso un toccante post su Instagram, accompagnato da uno scatto di due bambini di spalle, proprio sulle montagne del Mustang.

Kasia Smutniak e Pietro Taricone si erano conosciuti nel 2003, sul set del film Radio West. I due attori nel 2004 avevano avuto la figlia Sophie, 16 anni. Nell'estate del 2011 l’attrice si era legata al produttore Domenico Procacci. Il 20 agosto 2014 avevano avuto il primo figlio insieme, Leone, 6 anni. La coppia si era poi sposata il 16 settembre 2019.

Ospite di Verissimo nell’aprile del 2017, rivivi nel video sotto la storia di Kasia Smutniak.
18 novembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154