CINEMA

Ezio Greggio: "Ho passato il lockdown murato in casa"

Protagonista di una nuova commedia sulla quarantena, "Lockdown all'italiana", Ezio Greggio racconta a Verissimo il suo lockdown. E sul film dice: "Si ride ma sui vivi, non sui morti: è il film più bello che ho fatto"

Condividi
Ezio Greggio ospite a Verissimo racconta i suoi ultimi mesi: "Ho passato il lockdown murato in casa, a Monaco. Quando uscivo mettevo mascherine, occhialli, cappello, guanti: ero irriconoscibile. Me la facevo sotto dalla paura", confessa.

Anche il compleanno l'ha festeggiato in quarantena, "in collegamento con i miei figli". Come ha passato il tempo? "Ho dedicato molto tempo a leggere, ma soprattutto a guardare film". E il suo ultimo film, nei cinema dal 15 ottobre, è proprio una commedia all'italiana sulla quarantena, Lockdown all'italiana, che ha ricevuto molte critiche ancora prima di arrivare in sala.

"Non puoi parlare male di un film solo dalla locandina, che poi è precisa, cioè rappresenta bene come la maggior parte degli italiani hanno vissuto la quarantena", dice Ezio Greggio sul film. "Si sorride e si ride ma sui vivi, non sui morti: è uno dei film più belli che ho fatto".
10 ottobre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154