PERSONAGGI

Dario Ballantini e l'imitazione di Valentino: "La mia prima interpretazione di strada"

Ospite a Verissimo, l’artista-trasformista si racconta, dai tempi di “Striscia la Notizia” all'imitazione di Conte

Condividi
“Ciao cara sei molto donna guarda, è verissimo, verissimo signori!”. Dario Ballantini, imitatore, trasformista e artista d’eccezione, esce dallo studio di Verissimo e saluta Silvia Toffanin con la sua celebre imitazione dello stilista Valentino.

Ospite del programma, l'artista ha ripercorso la sua storia e parlato dei suoi tanti personaggi: per la precisione 64, come ricorda lui stesso. Protagonista di tanti servizi a Striscia la Notizia, quello di Valentino è la prima metamorfosi di successo.

“Valentino è stato un apripista, perché prendere in giro la moda era una cosa mai fatta da nessuno. E Valentino è stata la mia prima interpretazione di strada”, spiega Ballantini raccontando la nascita dell'imitazione. Prima Ballantini aveva riproposto anche l'imitazione di Conte. Ma farli senza trucco, confessa, è diverso: "Ho scelto di nascondermi dietro il trucco e sparire, quindi senza è più imbarazzante".
23 novembre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154