IL SERVIZIO

Pomezia, scritte antisemite fuori dalle scuole: “Catena umana contro ogni genere di razzismo”

L’inviato di Striscia la notizia Roberto Lipari raccoglie le reazioni degli studenti di Pomezia

Condividi
Nei giorni scorsi il comune di Pomezia, in provincia di Roma, era finito nella bufera per alcune scritte antisemite comparse di fronte all'ingresso di due istituti scolastici, il liceo Blaise Pascal e l'istituto Largo Brodolini.

"Calpesta l'ebreo" e "Anna Frank brucia", accompagnate da varie svastiche, erano le frasi riportate. L'inviato di Striscia la notizia Roberto Lipari si reca a Pomezia e raccoglie le testimonianze dei ragazzi: "La scritta Calpesta l'ebreo è stata cancellata e abbiamo fatto una catena umana per manifestare contro ogni genere di razzismo e contro ogni atto di discriminazione”, raccontano alcuni studenti del liceo Pascal. "Abbiamo fatto un altro striscione. 'Il fascismo non è un'opinione. Non esistono razze superiori'", spiega una ragazza.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
20 febbraio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154