CRONACA

Lombardia, partorire durante l'emergenza coronavirus

A Striscia la notizia Anna e Davide raccontano la loro esperienza, con l'ospedale di Cremona che ha rinviato la prenotazione del cesareo a pochi giorni dal parto

Condividi
"Avevo un cesareo programmato alla 39esima settimana, ma non ho più sentito nessuno. Allora ho chiamato per sentire com'era la situazione e mi hanno detto che era tutto a data da destinarsi, non si sapeva ancora niente". A Striscia la notizia Anna racconta cosa significa partorire durante l'emergenza coronavirus in Lombardia, la regione con il più alto numero di contagiati in Italia.

Le strutture hanno dovuto dare priorità ai casi urgenti di coronavirus. "Tramite il dottor Siliprandi ci hanno accolto nella struttura ospedaliera di Crema così hanno fatto nascere Imma", spiega Davide, il neo papà, "però ancora adesso stiamo aspettando la telefonata dall'ospedale di Cremona per far nascere mia figlia".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
10 aprile 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154