CRONACA

Le minacce di morte a Vittorio Brumotti

L'inviato di Striscia la Notizia a Catanzaro per documentare lo spaccio di cocaina

Condividi
Vittorio Brumotti di Striscia la notizia torna a occuparsi dei luoghi che dovrebbero essere di tutti, ma che di fatto sono diventati zone di spaccio nelle nostre città. Questa volta è in Calabria, regione in cui la ‘ndrangheta, una delle mafie più potenti al mondo, gestisce le rotte principali del traffico di cocaina. L’inviato di Striscia si trova a Catanzaro: "In viale Isonzo la criminalità organizzata ha subappaltato a famiglie rom le attività di spaccio", racconta, "un vero e proprio supermarket della droga che vede coinvolti anche donne e bambini".

Le telecamere di Striscia documentano il degrado in cui versa la zona e individuano un appartamento in cui una donna, mentre tiene per mano una bambina, passa una dose di cocaina a un tossico. Dopo averla segnalata e aver atteso l’intervento delle forze dell’ordine, Brumotti torna in strada, tra siringhe, spazzatura e omertà: ad attenderlo alcuni abitanti del posto, che lo intimano ad andarsene e che, con gesti inequivocabili, gli augurano di morire.

La situazione rischia di degenerare quando l’inviato, affiancato da un’auto, si accorge che una delle persone al suo interno gli sta puntando quella che sembra essere una pistola, ma il tempestivo arrivo dei Carabinieri smorza fortunatamente gli animi.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
28 ottobre 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154