CRONACA

La paura del coronavirus non ferma la prostituzione

Luca Abete di Striscia la Notizia mostra come la paura del virus non abbia fermato la prostituzione in strada e gli annunci online

Condividi
"Del coronavirus non mi interessa. Paura o non paura, quando hai figli devi mangiare, non guardi al coronavirus o altro". Con estreama sincerità una porstituta spiega a un complice di Striscia la notizia perché il mercato del sesso non si sia fermato, nonostante il rischio di contagio da coronavirus, perché la criminialità organizzata che gestisce lo sfruttamento di queste donne non ha intenzione di rinunciare al profitto.

Da Napoli, l'inviato di Striscia Luca Abete mostra che la prostituzione in strada continua nonostante i controlli, e anche online gli annunci si moltiplicano, senza troppa attenzione alle precauzioni. Così gli abitanti del quartiere esprimono tutta la loro preoccupazione: "Abbiamo paura, sono persone che poi vanno al supermercato, in famiglia: sono veicoli di contagio".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
07 maggio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154