SENZA REGOLE

Inchiesta sui tatuaggi realizzati abusivamente in cucina

Striscia la notizia ha svolto un indagine sul servizio offerto in maniera totalmente abusiva da un tatuatore

Condividi
Una cucina come ambiente di lavoro per fare tatuaggi, in maniera totalmente abusiva e senza il rispetto di alcuna regola di sicurezza. È quanto testimoniato da Striscia la Notizia, che attraverso alcune telecamere nascoste indossate da due attori ha ripreso l'attività di un giovane tatuatore che continua a lavorare da casa sua.

"Ci sono più tatuatori abusivi di quelli che aprono uno studio - spiega dopo essere stato contattato telefonicamente dall'inviato Luca Abete - Non si può aprire uno studio se non si è capaci. Io ho cominciato a 14 anni e adesso ne ho 26 ma non basta: credo un altro anno e poi sarò pronto ad aprire anche io".


TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
24 giugno 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154