IN SVIZZERA

Aeroporto senza voli di linea, lo strano caso di Lugano

Negli anni 80 lo scalo garantiva collegamenti con tutta Europa; ora Swiss Air ha sospeso anche l'ultimo rimasto

Condividi
Soldi pubblici sprecati non solo in Italia. Striscia la Notizia va in trasferta in Svizzera per affrontare il caso dell'aeroporto di Lugano dove è stato cancellato anche l'ultimo volo di linea che era rimasto, quello di Swiss Air verso Zurigo.

Costruito negli anni '80 con finanziamenti statali, fino a pochi anni fa garantiva collegamenti con tantissime città europee. Ora, invece, i 77 dipendenti del Lugano Airport, in regime di lavoro ridotto fino al 30 novembre, sono impiegati solo per garantire qualche volo privato. L'azienda rischia la chiusura e loro sono preoccupati.

L'inviata Rajae ha provato a contattare il direttore dello scalo Maurizio Merlo e il sindaco di Lugano che però si sono rifiutati di parlare con il tg satirico.
24 ottobre 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154