logoloading

QUARTO GRADO

Omicidio Vannini, le parole di Davide Vannicola

A Quarto Grado l'intervista a Davide Vannicola, con il quale si confidò il maresciallo Izzo: "Fu Federico a sparare, non Antonio Ciontoli"

Condividi
"Eh sì amico, l'ho combinata grossa, ho fatto un bel casino. Quella sera Antonio mi ha telefonato, dicendomi che i familiari avevano commesso un guaio, avevano sparato a Marco. E io mi sono preso del tempo: quel tempo che forse avrebbe salvato Marco Vannini dalla morte". Sono queste le parole che il maresciallo Roberto Izzo avrebbe confidato al suo ex amico Davide Vannicola, divenuto ora il suo accusatore.

A Quarto Grado, Vannicola conferma la sua versione espiega il rapporto che aveva con Izzo: "Eravamo come padre e figlio". Al centro della sua testimonianza, una telefonata fatta da Antonio Ciontoli all'ex comandante dei carabinieri la notte della morte di Marco Vannini. In questa presunta telefonata, Ciontoli ammetterebbe che a premere il grilletto su Marco sia stato il figlio Federico Ciontoli.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
11 luglio 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154