QUARTO GRADO

Delitto di Perugia, Raffaele Sollecito: "Amavo Amanda Knox"

L'intervista esclusiva di Raffaele Sollecito a Quarto Grado: "Perché non mi hanno invitato al Festival della giustizia penale di Modena? Non lo so, sono perplesso"

Condividi
"Sono andato avanti con la mia vita, sono più focalizzati ai miei sogni e ai miei obiettivi". Raffaele Sollecito, 35 anni, ingegnere informatico, in un'intervista esclusiva si racconta a Gianluigi Nuzzi a Quarto Grado. Lui e Amanda Knox, al termine di un complesso iter giudiziario, furono assolti in via definitiva nel processo per il delitto di Perugia sull'omicidio di Meredith Kercher.

Knox è in Italia per il Festival sulla giustizia penale di Modena. "Ho sentito Amanda due volte prima del suo arrivo in Italia, mi è sembrata una ragazza intimorita come lo era quando è andata via dopo la sentenza di assoluzione", dice Sollecito, "perché non sono stato invitato al convegno? Andrebbe chiesto agli organizzatori, sono perplesso". Il ragazzo poi aggiunge: "Ero molto innamnorato: a vent'anni ci si può innamorare in una settimana".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
15 giugno 2019
Copyright © 1999-2019 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154