PERSONAGGI

Vittorio Sgarbi : "I morti per covid non ci sono più"

A Quarta Repubblica il critico d'arte ritiene eccessive le misure restrittive del governo: "Si guarisce, perché dobbiamo essere un paese malato?"

Condividi
Per Vittorio Sgarbi sul covid è in atto un inutile allarmismo e, ospite di Quarta Repubblica, se la prende con Paolo Cento: "Dimmi che dati hai, stai mentendo", urla il critico d'arte, contestando chiusure e ipotetici nuovi lockdown. "La curva dei morti è arrivata pressoché a zero, abbiamo i positivi asintomatici che non contagiano, a cosa bisogna stare attenti? A prendere l'influenza?", si chiede ancora il sindaco di Sutri.

"Non c'è più il virus di prima, perché dobbiamo essere un paese malato, piagato, contagiato?", prosegue Sgarbi con i consueti toni accesi. "Non ci sono più i morti, non ci sono più le terapie intensive", insiste il critico rivolgendosi al politico.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
13 ottobre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154