CORONAVIRUS

Vittorio Sgarbi contro Conte: “Le limitazioni sono ridicole”

A Quarta Repubblica, il punto di vista di Vittorio Sgarbi sulla Fase Due e sulle attività consentite

Condividi
I Dpcm sono totalmente incostituzionali e si dicono delle idiozie”.

In collegamento con lo studio di Quarta Repubblica, Vittorio Sgarbi critica scelte e modalità del governo per la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Il critco d'arte giudica negativamente anche l'utilizzo del termine congiunti utilizzato per definire i nuovi incontri consentiti dal 4 maggio: “Non sa quello che dice. Quando parla di congiunti. Il congiunto è una figura che non può essere definita da un Presidente del Consiglio che annaspa. Io sono una persona libera, non ho mai avuto congiunti prestabiliti né stabiliti da matrimoni, ma solo da affetti. Le limitazioni sono ridicole".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
28 aprile 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154