QUARTA REPUBBLICA

Legittima difesa, Sgarbi: “Giusto sparare per difendersi”

Il dibattito a Quarta Repubblica dopo il caso di Ivrea

Condividi
“Non è tanto la paura, ma è l’invasione di uno spazio personale. Di ricordi affettivi. E per difendere questo spazio, io mi sento autorizzato a sparare”. A Quarta Repubblica Vittorio Sgarbi espone il suo pensiero sulla legittima difesa, dopo il caso del tabaccaio di Ivrea che ha sparato sette colpi di pistola durante una rapina al suo negozio.

Marcellino Iachi Bovin, 67 anni, ha ucciso uno dei tre malviventi e adesso è indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Diversa l’opinione di Angela Azzaro, giornalista, rispetto a quella del critico d'arte: “Crolla il castello della convivenza civile, una vita umana non può essere comparata a una proprietà privata”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
11 giugno 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154