L'opinione

Caso Gregoretti, Di Pietro contro Conte e Di Maio

Secondo l'ex magistrato, interpellato a Quarta Repubblica, i reati contestati non sarebbero imputabili solo a Salvini

Condividi
Antonio Di Pietro punta il dito contro Giuseppe Conte e gli altri ministri dell'Esecutivo sul caso Gregoretti: "Quella nave era italiana e c’erano disperati, ma una decisione del genere la prende il Parlamento - dichiara l'ex magistrato, ospite di Nicola Porro a Quarta Repubblica - se c'è il reato non l'ha fatto solo Salvini: il Presidente del Consiglio e i ministri hanno fatto come Ponzio Pilato, lavandosene le mani", .

Secondo Di Pietro, se è passibile di reato la condotta dell’ex ministro dell’Interno, allo stesso modo deve esserlo quella del premier, a cui la costituzione affida espressamente la responsabilità di tutti gli atti compiuti dal Governo: "Bisogna decidere: o sono tutti responsabili o no", conclude Di Pietro.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
18 febbraio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154