QUARTA REPUBBLICA

Carlo Calenda si dimette dalla direzione del Pd

Attraverso una lettera inviata a Zingretti e Gentiloni, Carlo Calenda annuncia di lasciare la direzione Pd in dissenso per l'accordo con il M5s

Condividi
Nelle ore decisive per la formazione di un governo giallorosso tra M5s e Pd, continuano le figure contrarie a questo accordo. Attraverso una lettera, l’eurodeputato Carlo Calenda presenta le sue dimissioni a Paolo Gentiloni e Nicola Zingaretti dalla direzione del Partito Democratico.

”Dal giorno della mia iscrizione ho chiarito che non sarei rimasto nel partito in caso di un accordo con il M5s. La ragione è semplice: penso che in democrazia si possano, e talvolta si debbano, fare accordi con chi ha idee diverse, ma mai con chi ha valori opposti". Queste alcune delle frasi riportate nella lettera pubblicata dall'Huffington Post nella quale Carlo Calenda motiva la sua difficile scelta: "Senza consapevolezza e responsabilizzazione non smonteremo gli alibi di cui i sovranisti si nutrono. Le elezioni sarebbero state una sfida difficile. Un governo di destra appariva senz’altro l’esito più probabile. Più probabile, ma non certo".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
28 agosto 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154