CRONACA

Zandobbio, impiegata trovata morta in Comune

A Pomeriggio Cinque parla il figlio di Bruna, morta negli uffici comunali con ferite al petto

Condividi
"Non sappiamo ancora niente, l'autopsia deve essere fatta. Era in un ambiente controllato, con telecamere e quant'altro, perciò se c'è stato un qualunque tipo di colluttazione sicuramente sarà stata tra le persone che sono state registrate e quindi si sa chi è entrato o meno". A Pomeriggio Cinque le parole del figlio di Bruna, l'impiegata del Comune di Zandobbio trovata morta in ufficio con delle ferite da taglio al petto, accanto a una scala e delle forbici.

Gli inquirenti stanno indagando per capire se si sia trattato di un incidente o di un omicidio. "Mia madre era una persona d'oro, altruista", racconta il figlio, "per quanto semplice era in grado di trasmetterti le cose giuste, darti dei valori".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
01 novembre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154