CRONACA

Treno deragliato a Lodi, le dinamiche dell'incidente

L'inviato di Pomeriggio Cinque è sul luogo dell'incidente: il procuratore ha confermato che uno scambio sarebbe stato mal posizionato

Condividi
"Nel luogo dell'incidente ferroviario nella notte c'erano stati dei lavori di manutenzione su uno scambio ed era stato cambiato il deviatorio, la componente che aziona lo scambio: probabilmente era posizionato male. Il Frecciarossa che è deragliato era il primo a partire da Milano, il primo a passare su questo tratto dopo quei lavori di manutenzione". In collegamento dal luogo dell'incidente ferroviario di giovedì 6 febbraio tra Lodi e Casalpusterlengo, l'inviato Davide Loreti a Pomeriggio Cinque spiega le dinamiche del deragliamento.

"Alle 5.10 è partito il primo treno alta velocità, diretto a Salerno. Poi un boato: ha colpito un casottino di cemento per il controllo del traffico", spiega il giornalista, "31 feriti, due le vittime, i macchinisti che erano sulla motrice. Il convoglio di otto vagoni è arrivato sullo scambio che lo ha deviato da un rettilineo: la motrice è stata sbalzata lontano dai binari, il secondo vagone si è ribaltato".

Anche il procuratore ha confermato le prime ipotesi: lo scambio sarebbe stato mal posizionato. Intanto è stato aperto un fascicolo contro ignoti per disastro colposo, omicidio colposo e lesioni colpose.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
06 febbraio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154