CRONACA

Santo: “Sono stato picchiato perché gay”

A Pomeriggio Cinque, la storia di Santo, un ragazzo di 29 anni picchiato e insultato a Ragusa. L’aggressione potrebbe essere di stampo omofobo

Condividi
In collegamento da Pozzallo in provincia di Ragusa. Santo è ospite di Pomeriggio Cinque per raccontare una presunta violenza di stampo omofobo.

“Io sono sei mesi che vengo insultato perché sono omosessuale”, spiega il ragazzo di 29 anni a Barbara d'Urso, “Tre giorni fa per la prima volta mi sono ribellato. Ero in un bar del centro e mi stavo tagliando le unghie. Questa ragazzino mi ha detto effemi***o di mer**a. Gli ho detto che se non smetteva gli davo due calci. Non l’ho sfiorato. Dopo dieci minuti ho visto un gruppo di dieci persone arrivare, e a un tratto mi sono ritrovato a terra. Mi hanno dato calci e pugni. Mi ha picchiato il padre di questo bambino mentre mi chiamava ricch*** di mer**a".

“Si teneva tutto dentro per non farmi preoccupare", afferma la madre del ragazzo.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
20 novembre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154