POMERIGGIO CINQUE

Salerno, sono di Caterina Perozziello le ossa ritrovate vicino alla ferrovia?

Predisposta la prova del dna, nel frattempo i famigliari avrebbero riconosciuto degli effetti personali

Condividi
Non dovrebbero più esserci dubbi. Le ossa trovate a Lanara, una frazione di Castel San Giorgio, in provincia di Salerno, sarebbero di Caterina Perozziello, la 74enne scomparsa il 17 settembre 2016. Anche se servirà il test del dna per avere la conferma definitiva.

Quella sera Caterina si allontanò da casa e non fece più ritorno. La nuora e il figlio sono stati chiamati per il riconoscimento, e proprio la prima avrebbe riconosciuto una stola e le ciabatte che appartenevano alla suocera. In un primo momento le indagini avevano indicato proprio il figlio di Caterina come potenziale sospettato.

“Non ci siamo mai spiegati perché avessero indagato su di lui”, racconta a Pomeriggio Cinque la nuora della donna scomparsa. Ma i misteri sembrano non essere finiti, perché anche la sorella di Caterina si interroga su questa morte: “Non riesco a capire come possa il corpo possa essere arrivato fino a lì. Credo che qualcuno ce e lo abbia portato”. Tre giorni fa Pasquale Apostolico, marito della vittima, è deceduto in seguito a un malore.
14 febbraio 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154