CRONACA

Morte Paola Gaglione, Ciro: "L'amore è amore, non lo capiranno mai"

L'intervista esclusiva a Pomeriggio Cinque di Ciro, fidanzato con la 18enne morta in un incidente in motorino che sarebbe stato provocato dal fratello

Condividi
"Se non volevi uccidere tua sorella o me, non spingevi con il piede sul motorino per farci sbandare. L’hai voluto questo, tu volevi me lì a terra, non tua sorella. Ma l'amore è amore: donna, uomo, in tutti i modi. Loro non potranno mai capire questa cosa perché sono ignoranti". Da una sedia a rotella in ospedale, dove è stato ricoverato per la caduta dal motorino e il pestaggio subito, Ciro racconta a Pomeriggio Cinque come è avvenuto l'incidente in cui ha perso la vita la fidanzata Maria Paola Gaglione.

"Eravamo in motorino e dietro c’era il fratello che spingeva con il piede. La sorella gli diceva di smettere, a lui non importava, guardava me e diceva: Ti devo ammazzare, ti devi fermare", spiega Ciro, "appena siamo caduti io mi sono rialzato subito, ho visto Maria Paola per terra e stavo andando vicino a lei, ma lui mi ha aggredito, mi ha picchiato. Poi ha visto la sorella per terra, e io sono scappato via altrimenti ammazzava anche me, a botte e pugni mi uccideva". Michele, fratello di Maria Paola, li avrebbe aggrediti e avrebbe provocato l'incidente mortale perché non accettava la relazione della sorella con Ciro, uomo trans: "Mi ha portato via l’amore della mia vita, per sempre", scandisce ai microfoni della trasmissione.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
14 settembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154