CRONACA

Luca, da Codogno a Lauro: "Non sono fuggito dall'isolamento"

Il ragazzo, residente a Codogno e in quarantena nell'avellinese, scrive a Pomeriggio Cinque per difendersi dalle accuse

Condividi
"Siamo stati accusati di esser scappati da Codogno, ma il nostro viaggio fino a qui era già programmato per le festività di Carnevale: sono partito prima del blocco. E sono sceso in macchina venerdì, non ho preso il treno". Luca si collega con Pomeriggio Cinque dalla sua quarantena nella casa di Lauro, in provincia di Avellino, dove è arrivato venerdì 21 febbraio partendo a Codogno.

Quel giorno è risultato positivo al coronavirus il primo paziente in Italia. Nel suo paese Luca sarebbe stato accusato di aver forzato il blocco e aggirato l'isolamento. Nonostante sia risultato negativo al coronavirus e non sia entrato in contatto con la fidanzata, i genitori di lei sono ora in quarantena. "È giusto che io sia in quarantena", spiega Luca, "ma perché ci hanno messo persone che con me non sono entrate in contatto?

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
02 marzo 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154