CRONACA

Lecce, funerale all'aperto interrotto da una vigilessa

In collegamento con Pomeriggio Cinque Mimma racconta la sua versione di quanto accaduto alla cerimonia funebre per sua figlia

Condividi
"La vigilessa zelante imperterrita continuava a chiedere nome e cognome non solo ai 15 presenti, ma anche a chi era distante cinquecento metri. Non sembrava un funerale, ma un lager con le schedature". Mimma è la madre di Silvia, morta a 31 anni e il cui funerale si è svolto all'aperto davanti alla chiesa di san Niccolò e san Cataldo, annessa al cimitero di Lecce.

Secondo la versione di Mimma a Pomeriggio CInque, il funerale era autorizzato in uno spazio di 3mila metri quadrati e c'erano meno persone di quelle che avrebbero potuto prendere parte alla cerimonia secondo le misure previste per il coronavirus.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
14 maggio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154