POMERIGGIO CINQUE

Desirée Piovanelli, spunta il Dna di una quinta persona

La 14enne era stata massacrata. Il figlio di Giovanni Erra, ancora in carcere per il delitto: “Vogliamo la verità, mio padre non c’entra nulla”

Condividi
È il 28 settembre del 2002 quando Desirée Piovanelli muore. La ragazza quattordicenne di Leno, nel bresciano, viene massacrata e uccisa da tre suoi coetanei e da un vicino di casa, l’unico maggiorenne all’epoca, Giovanni Erra.

Oltre 16 anni dopo il delitto, il papà di Desirée chiede di riaprire il caso, perché sul giubbotto della ragazza sono state ritrovate due tracce biologiche mai analizzate, ma rimaste nelle carte dell’inchiesta. L’uomo è convinto che da quel Dna si potrebbe risalire a un quinto uomo, sempre sfuggito alla giustizia.

Intanto a Pomeriggio Cinque parla il figlio di Giovanni Erra, che è l’unico dei quattro ancora in carcere: “Vogliamo che venga analizzato questo Dna, perché io sono sicuro che mio padre non c’entri con questa storia”. Il ragazzo ricorda anche Desirée: “Una ragazza fantastica, ho pianto tutto il giorno quando ho saputo della sua morte”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
04 aprile 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154