CRONACA

Coronavirus, italiano in isolamento: "Nessun contatto non protetto"

In collegamento con Pomeriggio Cinque Paolo, uno dei 56 italiani in quarantena alla Cecchignola, dopo un caso sospetto

Condividi
"I sintomi sono gli stessi dell’influenza, farà altri esami, in ogni caso anche sull'aereo indossavamo sempre guanti e mascherine". In collegamento con Pomeriggio Cinque parla Paolo, uno dei 56 italiani rimpatriati dalla zona di Wuhan, la città focolaio del coronavirus, che si trovano in quarantena alla città militare della Cecchignola a Roma.

Paolo spiega lo stato d'animo suo e delle altre persone in isolamento dopo il rilevamento di un caso sospetto, che subito è stato trasferito all'ospedale Spallanzani per ulteriori accertamenti. "Per la maggior parte del tempo stiamo da soli in camera", racconta Paolo, "ma abbiamo qualche spazio comune per fare una partita a ping pong o giocare a carte un paio d’ore, ovviamente sempre con guanti e mascherine".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
06 febbraio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154