LA STORIA

Coronavirus, Agostino e Stefano si incatenano: "Fateci riaprire"

In collegamento con Pomeriggio Cinque i due parrucchieri si incatenano davanti alla loro bottega: "Siamo pronti a ripartire"

Condividi
"Per noi i costi sono insostenibili: ogni mese di chiusura vuol dire 15-18mila euro di spese. Noi saremmo pronti per ripartire, il locale è sistemato per rispettare tutte le regole. Abbiamo speso quasi millecinquecento euro per comprare i prodotti necessari. Il salone è più sicuro di un autobus". Agostino e Stefano, in collegamento da Padova con Pomeriggio Cinque, raccontano la loro vicenda personale, costretti come tantissimi altri negozianti a chiudere la loro bottega per l'emergenza coronavirus.

Il lockdown però significa per loro anche crisi economica. "A noi i costi nessuno ce li ha tolti", spiegano i due parrucchieri, "abbiamo preso tutte le misure possibili per garantire la salute dei clienti e degli operatori: o ci fate riaprire, o ci tenete chiusi ma ci date il sostegno economico".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
28 aprile 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154