POMERIGGIO CINQUE

Cardito, parla il nonno del bimbo ucciso: “Le due bambine devono stare con noi”

Dopo la sentenza che ha sospeso la patria potestà ai genitori del piccolo Giuseppe, si mobilitano i parenti del padre

Condividi
A Pomeriggio Cinque parlano il nonno e lo zio di Giuseppe, il bambino ucciso a Cardito dal compagno della madre, Tony Badre.

I due si stanno mobilitando per ottenere l’affidamento delle altre due sorelline, figlie di Felice e Valentina. Per ora ai due genitori è stata sospesa la patria potestà e così le due bambine sono state affidate a una struttura, in attesa che il tribunale dei minori di Napoli emetta la sentenza definitiva.

Ed è per questo il papà di Felice lancia un appello: “Dovrebbero stare con noi. Sono molto legato a loro e credo debbano crescere con noi, almeno finché mio figlio non riotterrà la patria potestà”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
11 marzo 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154