CRONACA

Arrestato finto chef, le parole di una presunta vittima: "Mi pedinava da giorni"

A Pomeriggio Cinque, la testimonianza di una presunta vittima di Salvatore, il finto chef arrestato a Roma per molestie

Condividi
Salvatore è stato arrestato a Roma per violenza sessuale e atti persecutori. Il ragazzo di 23 anni individuava le proprie vittime in giovani donne, spesso studentesse, e si presentava come un famoso chef. Inoltre, prometteva anche visibilità e offerte di lavoro nell’ambito della ristorazione. Quattro ragazze parlano di molestie, e un’altra ragazza di un tentativo di stupro. Salvatore è attualmente agli arresti domiciliari.

Nello studio di Pomeriggio Cinque viene riportata la testimonianza di una delle presunte vittime di Salvatore: “Da un po’ girava la notizia di questo ragazzo che dava fastidio alle studentesse. Lui mi ha fermato in metro, poi in ascensore mi ha afferrato per la giacca con la forza. Quando lo rifiuto cambia tono e diventa violento. Si è presentato anche a lavoro. Mi pedinava da giorni, sapeva tutto di me. È stato terribile".

“Mio figlio non ha fatto niente. È la verità. Le ragazze invitavano mio figlio", sono le parole del padre di Salvatore.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
27 gennaio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154