CRONACA

Antonio Logli, la lettera dal carcere: "Lotterò per dimostrare la mia innocenza"

Il marito della donna scomparsa nel 2012 è stato condannato dalla Cassazione a luglio

Condividi
"Come sapete la mia condanna è diventata definitiva e questa condanna tremendamente ingiusta ha scatenato in me una rabbia profonda". A Pomeriggio Cinque viene letta la lettera dal carcere di Antonio Logli, condannato per omicidio e distruzione del corpo della moglie Roberta Ragusa, scomparsa nel 2012.

Da luglio Il 10 luglio 2019 la Cassazione ha confermato le sentenze di primo e di secondo grado. "Sono un marito che, seppur innamorato già da tempo di un'altra donna, vuole bene alla madre dei propri figli e la difenderebbe a costo della propria vita", prosegue Logli.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
28 ottobre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154