POMERIGGIO CINQUE

Agguato a Napoli: "Vi racconto come ho salvato Noemi"

In collegamento con Pomeriggio Cinque un testimone oculare racconta cosa è successo pochi attimi dopo il colpo di pistola che ha ferito Noemi

Condividi
"Dopo lo sparo, la bambina era a terra e non si muoveva. L'abbiamo presa in braccio e portata dentro il bar, le abbiamo dato acqua e zucchero e stava bene: parlava, era in piedi e mangiava le patatine. Dopo dieci minuti era bianca in volto, non ci siamo resi conto, né noi né la madre, che fosse stata colpita". In collegamento con Pomeriggio Cinque Roberto racconta cosa è successo pochi attimi dopo l'agguato a Napoli in cui è rimasta ferita Noemi.

"Stavo tirando su la saracinesca del bar, ho anche incrociato lo sguardo dell'aggressore ma non ricordo il suo volto", aggiunge Roberto, ancora scosso per quanto accaduto. La bambina si è risvegliata venerdì mattina e sta meglio, è ancora sedata, ma in maniera differente rispetto al precedente coma farmacologico.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
13 maggio 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154