ATTORI

La storia di Raoul Bova: da sex symbol ad attore affermato

Dal successo con il film Piccolo grande amore a Hollywood fino alla passione per i ruoli d'azione

Condividi
Dopo un’adolescenza passata nel nuoto e nel corpo dei Bersaglieri, a 21 anni Raoul Bova decide di frequentare una scuola di recitazione. Esordisce sul grande schermo nel 1992 con Quando eravamo repressi. Diventa un idolo delle teenager quando viene scelto da Carlo Vanzina per interpretare il protagonista maschile nel film cult Piccolo grande amore. Un maestro di surf che ha cambiato la carriera del giovane attore.

Un successo inaspettato che però Raoul Bova vuole affiancare con altri film d’autore come Ninfa plebea di Lina Wertmuller e La finestra di fronte di Ferzan Ozpetek. Successivamente, si appassiona ai ruoli di azione recitando nelle fiction La Piovra e Ultimo.

Nei primi anni Duemila anche Hollywood nota Raoul Bova che entra a far pare del cast di Avenging Angelo. Nel 2004 è il coprotagonista del film Alien vs Predator. Torna in Italia e si dedica principalmente al genere della commedia romantica nei film Scusa ma ti chiamo amore, Scusa ma ti voglio sposare e Immaturi.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
15 maggio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154