PLAY CULT

Gino Paoli: "Il cielo in una stanza? Dedicata a una prostituta"

In un'intervista il cantautore rivela che il suo celebre brano è dedicato al piacere femminile e a una prostituta di cui si innamorò

Condividi
"Il cielo in una stanza? Era per una prostituta di cui mi ero innamorato ed è dedicata a un gesto umano ma mistico, che proietta in un mondo dove sei tutto e sei niente: l'orgasmo femminile". A confidarlo è Gino Paoli in un'intervista a Libero, in cui il cantautore parla della sua carriera e svela qualche retroscena.

"Siccome descrivere l'atto è impossibile", continua Paoli, "ho trovato questa tecnica: ci giro intorno, il non detto arrivo a suggerirlo con l'ambiente". Nel video qui in alto di Play cult, l'esibizione al pianoforte dell'artista a Vota la voce nel 1982.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
08 maggio 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154