MEDIASET PLAY

Da Gemitaiz ad Achille Lauro, la colonna sonora di Oltre la soglia

La nuova serie di Mediaset debutterà il prossimo 6 novembre su Canale 5: scopriamo come nasce una colonna sonora

Condividi
Una protagonista fuori dal coro, ribelle e apparentemente inadatta al ruolo di responsabile del reparto di neuropsichiatria infantile, ma con un intuito fuori dal comune e con una spiccata empatia verso i pazienti. Questa è Tosca (Gabriella Pession), l'ironica, diretta e provocatoria - a dispetto dell'animo sofferto - protagonista di Oltre la soglia, la nuova serie medical in onda per sei settimane a partire da mercoledì 6 novembre, in prima serata su Canale 5. Un racconto che mette insieme un inedito e carismatico personaggio femminile a storie di adolescenti toccanti e molto particolari.

Una narrazione simile richiede anche una cura particolare per la colonna sonora. A raccontarcela sono i due compositori Corrado Carosio e Pierangelo Fornaro:

Le musiche di Oltre la Soglia sono state pensate per accogliere il gusto dei giovani e le nuove tendenze trap, indie e rock. Per questo motivo, all’interno della serie troviamo brani di artisti come Coez, Gemitaiz, Gazzelle, Achille Lauro. Nel repertorio figurano anche canzoni originali di musicisti emergenti tra cui Starò Bene, il pezzo scelto per chiudere l’ultimo episodio della serie.

Ci siamo accostati alla composizione delle musiche originali di Oltre La Soglia tenendo in considerazione due elementi: il mondo di Tosca, complesso e ricco di umanità, e quello dei ragazzi di cui si prende cura.

Per l’ironia, la grinta e anche l’ambiguità di Tosca abbiamo usato una scrittura che spazia dal rock al minimalismo intimo e acustico.

Il tema delle patologie psichiche o neurologiche degli adolescenti e dell’alter ego della protagonista, ci hanno suggerito la ricerca di sonorità che restituissero l’idea della “distorsione della percezione”, anche a livello acustico: il tema al pianoforte e chitarre spesso risulta “distonico”, frammentato e modulato in modo non lineare, con un effetto straniante, così come l’uso di suoni concreti trasformati e integrati nella colonna musicale.

A completare la palette timbrica abbiamo preso sfondi elettronici, arpeggiatori e ritmica anche dal mondo trap e indie italiano e una sezione di archi di sedici elementi, per amplificare l’emotività di storie raccontate da tre temi melodici principali, le cui cellule circolano e unificano la trama musicale.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
29 ottobre 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154