Verissimo

Catalogo
Dirette Tv
Cerca

COMPLEANNI

Tania Cagnotto, auguri a una campionessa

L'ex tuffatrice compie gli anni e festeggia con l'amore del marito Stefano Parolin, della primogenita Maya e della nuova arrivata Lisa

Condividi

Foto Instagram @cagnottotania

Tania Cagnotto il 15 maggio festeggia il suo 36esimo compleanno, il primo da mamma bis, di Maya, 3 anni, e Lisa, avuta lo scorso 5 marzo con il marito Stefano Parolin, 37enne commercialista e skipper, sposato nel 2016.

Tania Cagnotto è una delle più grandi tuffatrici di tutti i tempi, l'unica donna italiana ad aver vinto una medaglia d'oro mondiale nei tuffi, oltre a 3 argenti e 6 bronzi mondiali, ed è la tuffatrice europea con il maggior numero di podi nella sua carriera, tra i quali ben 20 ori europei.
Tania Cagnotto è nata a Bolzano il 15 maggio del 1985, ed è figlia d'arte: il padre Giorgio è stato un grandissimo tuffatore, due volte medaglia d'argento alle Olimpiadi, e la madre Carmen Casteiner, è stata otto volte campionessa nei tuffi.

Tania si era avvicina alla disciplina dei tuffi da bambina, nella piscina di Bolzano, dove lavorano i suoi genitori, ma il primo tuffo era arrivato da piccolissima: "Il primo tuffo l'ho fatto quando avevo 2 anni. Sono scivolata dentro il laghetto del Centro di Preparazione Olimpica all'Acqua Acetosa, a Roma. Un segno del destino. Quando a 6 anni ho fatto il primo tuffo vero nell'acqua di una piscina, mi è sembrato il gesto più naturale del mondo, proprio come se fossi nata per fare quello", aveva dichiarato l'ex tuffatrice.

Tuttavia, i genitori di Tania non avevano in mente lo stesso futuro per la figlia: "Eppure i miei genitori ce l'avevano messa tutta per portarmi a scegliere un altro sport. Mi hanno iscritto al corso di tennis, hanno cercato di farmi innamorare dello sci; ero anche bravina, una piccola promessa. Ma io mi volevo tuffare e basta. Volevo imitare quello che avevano fatto loro, mio padre e mia madre, e al tempo stesso mi divertivo come una matta. Ecco, tuffarmi per me voleva dire giocare. E sognare. Perché fin da bambina sognavo tanto, sognavo di andare alle Olimpiadi", aveva aggiunto Tania.

A 7 anni Tania Cagnotto aveva iniziato a partecipare a varie competizioni, in cui aveva dimostrato già il suo grande talento. Nel 2000 Tania aveva debuttato in una grande manifestazione a livello seniores nei campionati europei di Helsinki, dove si era posizionata settima. Alle Olimpiadi di Sydney dello stesso anno, nonostante fosse l'atleta più giovane con i suoi 15 anni, era arrivata 18esima.

Dopo essersi imposta a livello giovanile fino al 2001, Tania si era affermata successivamente a livello assoluto nel panorama europeo. Agli Europei di Berlino del 2002 Tania Cagnotto aveva vinto il bronzo nel trampolino sincronizzato dai 3 metri con Maria Marconi, e l'argento dalla piattaforma. Nel 2003 aveva vinto l'oro dalla piattaforma a Stoccolma, in Coppa Europa. Agli Europei di Madrid del 2004 aveva conquistato il bronzo dal trampolino da un metro, e un altro oro dalla piattaforma.

Alle Olimpiadi di Atene del 2004 Tania Cagnotto si era aggiudicata l'ottavo posto sia dalla piattaforma sia dal trampolino da 3 metri, ed era stata la prima tra le atlete europee. Nello stesso anno l'ex tuffatrice si era diplomata al Liceo della Comunicazione nella sezione sportiva, per arruolarsi poi nella Guardia di Finanza. Tania Cagnotto ai Mondiali di Montréal del 2005 aveva vinto la medaglia di bronzo nel trampolino da 3 metri, ottenendo la prima medaglia mondiale vinta da una tuffatrice italiana.

Successivamente Tania aveva trascorso un anno negli Stati Uniti, a Houston, dove aveva partecipato al campionato americano, ottenendo il prestigioso titolo di Tuffatrice dell'anno. In America Tania Cagnotto si era iscritta anche all'università, frequentando il corso di Scienze della Nutrizione, per poi decidere di tornare a vivere e allenarsi in Italia, sotto la guida del padre.

Nel 2006 Tania Cagnotto aveva preso parte agli Europei di Budapest, conquistando il quarto posto nella competizione da 3 metri. Ai mondiali di Melbourne del 2007 Tania si era confermata nuovamente terza al mondo nel trampolino da 3 metri. L'anno successivo, ai Campionati europei di nuoto di Eindhoven aveva conquistato la medaglia d'oro nell'individuale, e il bronzo nel sincro dalla piattaforma, in coppia con Noemi Batki. Ad agosto dello stesso anno, nella finale del trampolino da 3 metri delle Olimpiadi di Pechino, Tania Cagnotto si era classificata in quinta posizione, ottenendo per la prima volta più di ottanta punti in un tuffo.

Dopo le Olimpiadi di Pechino, Tania aveva deciso di abbandonare la piattaforma per dedicarsi al trampolino. Sempre nel 2008 era nato il suo sodalizio con la compagna di nazionale Francesca Dallapè, con la quale aveva formato una nuova coppia femminile di tuffi sincronizzati dal trampolino di 3 metri. Nel 2009, ai Campionati europei di Torino, Tania aveva conquistato 3 medaglie d'oro, diventando così la prima tuffatrice ad aggiudicarsi tre ori in una sola edizione dei Campionati europei.

Nello stesso anno, ai Campionati mondiali di nuoto a Roma, Tania Cagnotto aveva conquistato la medaglia di bronzo nel trampolino da 3 metri e, con Francesca Dallapé, aveva vinto la prima medaglia d'argento nella storia dei tuffi femminili italiani nel sincro dal trampolino da 3 metri. Ad agosto del 2010, ai Campionati europei di nuoto di Budapest, Tania aveva conquistato una nuova medaglia d'oro nei tuffi dal trampolino da un metro, e in coppia con Francesca era salita sul gradino più alto del podio nella gara di tuffi del sincro dal trampolino di 3 metri.

Nel 2011, a seguito di un incidente, Tania Cagnotto aveva messo in dubbio la sua presenza a Shanghai, alle cui competizioni aveva poi partecipato ugualmente, arrivando sesta nella gara del trampolino sincro da 3 metri con Dallapè, e ottenendo anche un terzo posto dal trampolino da un metro. Nel 2014, ai Campionati europei di nuoto a Berlino, Tania Cagnotto aveva vinto la medaglia d'oro nella gara dal trampolino da un metro, e con Francesca Dallapé aveva conquistato il sesto oro consecutivo in una competizione europea nella gara di sincro dal trampolino dei 3 metri.

Nel 2015 Tania Cagnotto aveva vinto la sua 15esima medaglia d'oro in un campionato europeo nella finale del trampolino da un metro, e un oro nel trampolino tre metri sincro in coppia con Francesca. Dopo questo successo il duo italiano era passato alla storia per essere diventato la coppia più longeva e vincente nel mondo dei tuffi. Nello stesso anno, ai campionati mondiali di nuoto in Russia, Tania aveva conquistato il suo primo titolo iridato, trionfando nel trampolino da un metro.

Tania Cagnotto il 24 settembre del 2016 aveva sposato all'isola d'Elba Stefano Parolin. La coppia il 23 gennaio del 2018 aveva accolto la primogenita Maya. La tuffatrice, nonostante in alcune interviste avesse annunciato il ritiro dalle competizioni, aveva preso parte ai campionati assoluti del 2017 a Torino, nei quali aveva conquistato il suo tredicesimo titolo italiano nel trampolino da un metro. A partire dai campionati mondiali di nuoto di Budapest dello stesso anno, Tania aveva fatto il suo esordio come commentatrice tecnica.

Nel 2019 Tania aveva partecipato ai campionati nazionali nel sincro da 3 metri insieme alla collega Dallapé, in vista di una possibile partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, classficandosi al secondo posto. Ad agosto del 2020 Tania Cagnotto aveva annunciato con un post su Instagram il ritiro definitivo dalle competizioni, anche a causa della sua seconda gravidanza e dello slittamento delle Olimpiadi di Tokyo al 2021, dovuto all'emergenza coronavirus. "È stata una scelta davvero difficile. Da una parte la voglia di partecipare alla mia sesta olimpiade da mamma, con il grande sogno di portare la bandiera italiana, e dall'altra il desiderio di allargare la famiglia. Ebbene si, questa volta ho scelto la vita, la famiglia e poco dopo il destino ha voluto regalarmi una nuova vita dentro di me, già felice per la mia scelta", aveva dichiarato Tania.

Tania Cagnotto, dopo aver annunciato la sua seconda gravidanza, a ottobre aveva rivelato su Instagram il sesso della nascitura: "Ed è di nuovo femmina", aveva scritto a corredo di uno scatto con la piccola Maya.
Tania Cagnotto, ospite a Verissimo pochi giorni dopo l'annuncio, aveva fornito ulteriori particolari sulla sua gravidanza: "Sono al quinto mese. Sono contenta anche perché Maya voleva una sorellina". Parlando della primogenita, la campionessa aveva poi raccontato: "L'ho già portata in piscina ed è proprio attratta dall'acqua, ci starebbe ore. È un pesciolino, ha imparato a stare a galla e si diverte molto anche a tuffarsi. Si vede che è questione di DNA".

Tania aveva confidato a Silvia Toffanin anche i suoi progetti per il futuro: "Mi sono ritirata. Avevo già deciso di smettere dopo Rio 2016, perché ero riuscita a vincere delle medaglie olimpiche e poi ero anche un po' stufa di avere queste pressioni addosso. Poi la mia collega e compagna di sincro Francesca Dallapè ha avuto questa folle idea di riprovarci per le Olimpiadi di Tokyo, tutte e due da mamme. Però il lockdown e la scelta di posticipare le Olimpiadi di un anno hanno cambiato tutto. Così, ho scelto la famiglia. Per qualche anno mi dedicherò a fare la mamma. Poi vorrei dare ancora qualcosa a questo sport, che nonostante tutto è ancora poco conosciuto, ma è bellissimo".

L'ex tuffatrice di recente aveva condiviso su Instagram un tenero scatto con le figlie, mentre guardava la Coppa del Mondo di tuffi a Tokyo, scrivendo: "E pensare che avrei potuto essere lì".
Tania Cagnotto aveva annunciato la nascita della sua secondogenita lo scorso 5 marzo, pubblicando su Instagram una tenera foto dall'ospedale con la piccola: "Ce l'abbiamo fatta, dopo ben 9 giorni di ritardo la nostra Lisa ha deciso di presentarsi. Benvenuta al mondo piccola mia". Tania, rientrata a casa dall'ospedale, aveva poi condiviso spesso teneri momenti vissuti con le figlie, dedicando loro dolci parole: "Il mio mondo", aveva scritto l'ex tuffatrice pubblicando una foto delle piccole, e a corredo di un dolce scatto della prima passeggiata con le figlie, aveva scritto: "Prima uscita a tre. Che emozione”.

L'ex tuffatrice aveva pubblicato la prima foto con entrambe le sue bimbe in occasione della festa delle donne: "Lavoro di squadra, come solo le donne sanno fare. Non potevo desiderare festa migliore", aveva scritto a corredo dell'immagine, aggiungendo un cuore. Nell'ultimo periodo della gravidanza,Tania Cagnotto, che aveva mostrato spesso il suo bellissimo pancione su Instagram, aveva vissuto anche un momento difficile legato al ricovero del papà per Covid. Giorgio Cagnotto era poi tornato dall'ospedale giusto in tempo per vedere nascere la nipotina. "Il mio papi è tornato a casa. Adesso posso partorire in santa pace", aveva scritto la campionessa a corredo di una foto con il papà.

Rivivi, nel video sotto, l'intervista di Tania Cagnotto a Verissimo.
15 maggio 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154