Catalogo
Dirette Tv
Cerca

COMPLEANNI

Stefano Accorsi, 50 anni di un superpapà

L’attore festeggia il suo cinquantesimo compleanno con l’amore della moglie Bianca Vitali e dei suoi quattro figli

Condividi
Stefano Accorsi festeggia il 2 marzo il suo cinquantesimo compleanno, con l'amore della sua famiglia allargata, composta dalla moglie Bianca Vitali, 29 anni, dai loro due figli Lorenzo, 3 anni, e Alberto, 6 mesi, e i suoi due figli più grandi Orlando, 14, e Athena, 11, avuti dall’ex compagna Laetitia Casta.

L’attore, alla vigilia di questa data speciale, si è raccontato al Corriere della Sera, ripercorrendo le tappe principali della sua vita e della sua carriera. Stefano Accorsi, parlando di questo importante traguardo ha dichiarato: "Certo, se ti soffermi a pensarci un po' di effetto lo fa, ma dopotutto l’idea non mi agita più di tanto".

Stefano Accorsi, il cui nome complete è Stefano Lelio Beniamino Accorsi, è nato il 2 marzo del 1971 a Bologna. Figlio di un tipografo e di una segretaria, l'attore ha vissuto la sua infanzia a Bagnarola, il paese dei suoi genitori, in provincia di Bologna. Ricordando quegli anni, l’attore ha raccontato al quotidiano: "Ero un bambino piuttosto facile, andavo anche molto bene a scuola. Secondo mia madre ho imparato a leggere da solo. Se fino alle medie ero brillantissimo, con il liceo scientifico c’è stata una caduta totale, a volo d’angelo".

Stefano maturò una passione per il cinema sin da bambino: "Il mio amore per il cinema arrivò prima dei dieci anni. Registravo i film di notte e li guardavo subito dopo pranzo. A scuola ero esonerato dall’ora di religione e un giorno ne ho approfittato per andarmi a informare su una scuola di teatro. Lì ho deciso: finito il liceo mi sarei iscritto".

Dopo la maturità scientifica, l’attore, frequentò la Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone di Bologna. Ricordando quel periodo, Stefano Accorsi ha dichiarato al quotidiano: "Mia mamma, donna molto dolce ma anche molto pratica, mi aveva detto di continuare anche con l’università. Scelsi Economia e commercio, anche se non sapevo nemmeno cosa dovessi fare. Immagino che sarei diventato un commercialista. Quell’estate però, sempre mia madre aveva letto dei provini che stavano facendo per un film di Pupi Avati".

Nel 1991, infatti, Stefano Accorsi, rispondendo all’annuncio del regista Pupi Avati su Il Resto del Carlino, ottenne una piccola parte nel film Fratelli e sorelle. Parlando del suo provino per il film, l’attore ha raccontato al quotidiano: "Mi ero presentato con un book fatto dal fotografo del paese; mi aveva scattato delle foto al mare, visto che facevo anche il bagnino. Ai casting c'erano tremila ragazzi, ma per qualche ragione mi richiamarono per il secondo provino davanti a Pupi Avati".

Nel 1992 l’attore recitò a fianco di Andrea Santonastaso nel film Un posto, e nel 1993 entrò nella Compagnia del Teatro Stabile di Bologna, recitando in diversi spettacoli classici, da Pirandello a Goldoni.
Stefano Accorsi raggiunse la popolarità nel 1994, grazie al celebre spot di un gelato. L’attore, ospite a Verissimo con l’amico e collega Edoardo Leo, aveva ricordato quella pubblicità: "Avevo 23 anni, lavoravo a Bologna in una compagnia teatrale, e ho girato quello spot a San Felice Circeo in mezza giornata. Grazie a quella pubblicità per la prima volta sono stato riconosciuto per strada".

Nel 1996 Stefano Accorsi fu protagonista del film Jack Frusciante è uscito dal gruppo, al quale seguirono numerosi successi cinematografici, tra i quali Vesna va veloce, La mia generazione, e Radiofreccia di Luciano Ligabue. Il successo di Stefano Accorsi fu confermato nel 2001 con la sua interpretazione nel film L'ultimo bacio di Gabriele Muccino, a fianco di Giovanna Mezzogiorno, con la quale l’attore ha vissuto una storia d’amore dal 1998 al 2003, e con il celebre film Le fate ignoranti di Ferzan Özpetek.

Parlando del successo ottenuto con le sue interpretazioni in questi due ultimi film, l’attore ha raccontato al Corriere della Sera: "Le fate ignoranti e L’ultimo bacio sono i due film che hanno definitivamente cambiato il corso di tutto. Con Ferzan Özpetek la cosa meravigliosa è che non sai mai esattamente quello che farai, mentre Gabriele Muccino ti chiede di imparare a memoria il copione per poi poterti lasciarti andare all’emozione".

Nel 2002 Stefano Accorsi vinse la Coppa Volpi al Festival del Cinema di Venezia come migliore attore con il film Un viaggio chiamato amore, e nel 2005 interpretò commissario Nicola Scialoja in Romanzo Criminale. Nel 2007 l’attore fu diretto nuovamente da Ferzan Özpetek nel film Saturno Contro e nel 2018 recitò ancora per Gabriele Muccino nel film A casa tutti bene, al quale seguirono nel 2019 il film Il campione e gli ultimi film La dea fortuna e Lasciami andare.

Nel 2003 Stefano Accorsi iniziò una storia d’amore con Laetitia Casta e, per stare vicino alla compagna, l'attore si trasferì per 10 anni in Francia. Ricordando il periodo trascorso nel Paese dell'ex compagna, l'attore ha raccontato al quotidiano: "Essermene andato dall’Italia era stato vissuto, in qualche modo, come qualcosa di sprezzante e, a poco a poco, anche per via dei miei no, le proposte lavorative non erano più tante. In quei dieci anni, dopo tutto quel successo, ho fatto solo tre film in Italia. È stato angosciante: mi svegliavo di notte non sapendo se sarei tornato ad assaporare quel tipo emozione. Non ne parlavo e a un certo punto mi mancava tutto. Allo stesso tempo, è stato anche un periodo formativo: lì sono tornato a fare provini. Mi sono rimesso in gioco, proponendo anche progetti che nascevano da me".

In Francia nel 2006 nacque il primogenito della coppia, Orlando, e nel 2009 la secondogenita Athena. L’attore parlando delle emozioni della paternità, ha raccontato al quotidiano: "In Francia sono anche diventato papà per la prima volta. Un cambiamento epocale. Quando ho avuto mio figlio in braccio per la prima volta mi sono reso conto di cosa voglia dire quel legame indissolubile, che stravolge molte cose e ne relativizza altre". La coppia si era poi separata nel 2013.

Sul set del film1992 Stefano Accorsi incontrò la modella Bianca Vitali, con la quale convolò a nozze a Piacenza il 24 novembre del 2015. Il 21 aprile 2017 nacque il loro primo figlio, Lorenzo, 3 anni, e lo scorso 28 agosto il secondogenito Alberto, 6 mesi. Parlando della moglie al Corriere della Sera l’attore ha raccontato: "Mi è piaciuta la sua grande serenità: è una persona a suo agio con se stessa e quindi nel mondo. Tra noi c’è stata anche da subito una grande naturalezza che ci ha portati al matrimonio. Prima ero anche io fra quelli che dicevano che sposati o non sposati, è uguale. Invece no, poi ti accorgi che è un grande passo".

Lo scorso novembre la coppia aveva festeggiato cinque anni d’amore e l’attore aveva condiviso su Instagram un dolcissimo messaggio per la moglie: "Si vede poco ma si sente tanto. A Venezia emozionati il 24 novembre di cinque anni fa. Il giorno del nostro matrimonio. Cinque anni che sono passati in un soffio. (Almeno per me). Buon anniversario my love".
Ospite a Verissimo lo scorso ottobre, Stefano Accorsi sul diventare padre per la quarta volta aveva raccontato a Silvia Toffanin: "Ogni volta è un'emozione meravigliosa, sorprendente. Quando ho avuto Orlando avevo 35 anni, ormai posso cambiare un pannolino bendato. Diciamo che oggi mi stanco più di una volta, ma ho imparato a dosare le energie, sono meno apprensivo".

E parlando del lockdown in famiglia, l’attore, che lo scorso ottobre in segno di protesta insieme ad altri colleghi lavoratori dello spettacolo aveva sospeso la propria attività social, aveva raccontato: "Lasciami andare è stato l’ultimo lavoro che ho fatto su un set, a dicembre del 2019, quindi ho vissuto tutto il lockdown con la mia famiglia".

RIvivi, nel video sotto, l’ultima intervista di Stefano Accorsi a Verissimo.
02 marzo 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154