Verissimo

Catalogo
Dirette Tv
Cerca

Il personaggio

Paolo Bonolis: “Volevo fare il diplomatico, accettai la tv per soldi”

Il conduttore ha parlato dei suoi esordi in un'intervista al "Corriere della Sera"

Condividi
Conduttore per caso. Paolo Bonolis non sognava una carriera televisiva, eppure si è trovato a ideare e condurre programmi di successo, come Avanti un altro, sbarcato di recente in prima serata su Canale 5. A parlare dei suoi esordi è lo stesso Bonolis in un'intervista al Corriere della Sera.

"Studiavo per fare una carriera diplomatica: fortunatamente per questo Paese ho intrapreso un’altra strada", ha detto Bonolis con l'ironia che lo contraddistingue. "Incontrando la tv ho avuto la più grande fortuna che ti possa capitare: tutti noi siamo portatori di una o più talenti, solo che spesso non lo sappiamo", ha aggiunto.

Bonolis ha affermato che quello con la televisione è stato un incontro casuale: "Era il 1981 quando ho accompagnato un mio amico a un provino. Stavo studiando Istituzione e diritto romano. A un certo punto mi hanno detto: e tu non lo fai?".

Il conduttore il provino l'ha fatto: "Poco dopo mi hanno chiamato per prendere parte a una trasmissione per ragazzi: mi davano 12 milioni di lire per un anno. Allora a casa non si navigava nell’oro, quindi non ho esitato. Lì ho capito che era quello che mi piaceva".

Per quanto riguarda il successo della sua trasmissione ha affermato di essere contento dell'avventura in prima serata: "Considerato il periodo, credo ci sia bisogno di uno sgrossamento dell’ansia".

Ma ha anche ammesso che all'inizio partire con un programma inedito non è stato semplice: "Sia Avanti un altro che Ciao Darwin non sono partiti in tromba, ma li abbiamo migliorati piano-piano. Sono non-format privi di antenati e hanno dovuto imparare a camminare".

Bonolis ha anche affermato che per lui è fondamentale anche il processo di creazione di un programma: "Per me ha senso fare una tv che ti appartiene, allora mi diverto. Non mi interessa essere un maggiordomo di idee altrui ma il narratore di ciò che sono".

Per quanto riguarda il futuro: "Vorrei tornare a viaggiare. Un po' per il periodo, un po' per gli anni in cui ho assolto ai miei doveri di marito e di padre, non l'ho fatto da tempo".
17 aprile 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154