Catalogo
Dirette Tv
Cerca

ROYALS

Il principe Harry ha un nuovo lavoro

Harry è stato assunto come dirigente di una società che si occupa di salute mentale: "Voglio aiutare le persone a sviluppare la loro forza interiore"

Condividi
Il principe Harry, 36 anni, dopo essersi ritirato dal suo ruolo di membro senior della famiglia reale, come riporta il Wall Street Journal, è stato assunto come dirigente responsabile di BetterUp, un'azienda nata nel 2013 nella Silicon Valley, che si occupa di promuovere tematiche inerenti alla salute mentale, e che offre servizi di coaching personale, mettendo a disposizione dei clienti circa 2000 coach.

Harry, dopo la controversa intervista rilasciata con la miglie Meghan a Oprah Winfrey, è entrato nel gruppo dirigente della startup di San Francisco in qualità di Chief Impact Officer, e sarà quindi "responsabile dell'impatto della società", occupandosi della strategia di prodotto e degli eventi di beneficenza.

È stato Alexi Robichaux, amministratore delegato della compagnia, ad annunciare con un tweet il nuovo ingaggio del duca di Sussex: "È un ruolo significativo e importante", ha detto al Wall Street Journal l'imprenditore, che è stato presentato a Harry lo scorso autunno da un amico comune, non rilasciando nessuna dichiarazione in merito allo stipendio destinato al principe Harry.

Lo stesso Harry, da tempo impegnato nella promozione della salute mentale, ha spiegato al Wall Street Journal: "Sono determinato a essere promotore di un cambiamento nella vita altrui. Allenarsi alla prevenzione può fornire infinite possibilità alla crescita personale, può aumentare la consapevolezza individuale e, in generale, garantire una vita migliore".

In un post sul blog aziendale, il duca di Sussex a poi raccontato di essere orgoglioso di questa sua nuova mansione: "Ciò che ha attirato la mia attenzione su BetterUp è la missione che ha l'azienda, quella di sbloccare il potenziale delle persone ovunque ci sia bisogno di innovazione, impatto e integrità. Il loro team porta avanti questo lavoro da anni, e io intendo contribuire a creare un impatto positivo nella vita delle persone. Essere in sintonia con la propria mpsiche e avere una struttura di supporto intorno, è fondamentale per massimizzare le nostre prestazioni. Quello che ho imparato nella mia vita è che si può trasformare il dolore in uno scopo".

Parlando dei suoi prossimi impegni all'interno dell’azienda, il principe Harry ha poi raccontato: "In qualità di Chief Impact Officer di BetterUp, il mio obiettivo è quello di sollevare dialoghi critici sulla salute mentale, costruire comunità solidali e promuovere un ambiente in cui poter instaurare conversazioni sincere e proficue. E la mia speranza è quella di aiutare le persone a sviluppare la loro forza interiore, la resilienza e la fiducia in se stessi".

A proposito dell’importanza della salute mentale, Harry ha poi dichiarato: "Si tratta di riconoscere che non conta tanto ciò che non va in noi, ma più quello che ci è successo nel corso della nostra vita. Spesso, a causa di barriere sociali, difficoltà finanziarie o stigma, troppe persone non sono in grado di concentrarsi sulla propria salute mentale finché non sono costrette a farlo. Voglio che ci allontaniamo dall'idea che bisogna sentirsi distrutti interiormente prima di cercare aiuto".

Il duca di Sussex ha dichiarato anche di aver usufruito dei servizi della società per due mesi: "Personalmente, trovo che aver collaborato in passato con un coach di BetterUp sia stato preziosissimo. Sono stato associato a un coach davvero eccezionale che mi ha fornito buoni consigli e una nuova prospettiva".
Di recente Harry si era raccontato in una lunga e inedita intervista a James Corden, durante il programmaThe Late Late show, parlando del suo allontanamento dalla famiglia reale e della sua salute mentale. "Mi sono allontanato, non mi sono dimesso dalla royal family. La stampa britannica stava distruggendo la mia salute mentale. Ho fatto quello che avrebbe fatto qualsiasi marito e padre; ho portato via la mia famiglia da un ambiente tossico".

Da quando hanno lasciato la famiglia reale, il principe Harry e Meghan Markle hanno sottoscritto partnership con Netflix e Spotify. Di recente i duchi di Sussex avevano assunto anche il produttore Ben Browning come responsabile dei contenuti per Archewell Productions e Archewell Audio, le loro società di produzione di video e podcast. "Dal momento in cui hanno condiviso con me la loro visione di Archewell come società di produzione globale che metterà in luce storie edificanti, dando voce direttamente alle persone, ho capito che volevo aiutarli con questa opportunità unica", aveva dichiarato Browning a People.

Harry e Meghan lo scorso febbraio, dopo l'annuncio della seconda gravidanza e l'ufficializzazione del divorzio dalla casa reale inglese, avevano comunicato in un video il loro progetto di programmi podcast: "Abbiamo creato Archewell Audio per dare dignità alle voci che forse non vengono ascoltate, per ascoltare le storie delle persone", aveva spiegato Meghan Markle. E Harry aveva aggiunto: "La parte più importante è creare una comunità, uno spazio sicuro, che incoraggerà tutti a condividere le proprie vulnerabilità".

In passato Harry, che ha studiato all'Eton College e poi ha frequentato l'Accademia Militare Reale di Sandhurst, aveva lavorato in un orfanotrofio nel Lesotho, e nel 2012 era stato inviato in Afghanistan come copilota di elicotteri Apache. Il duca di Sussex aveva lasciato il servizio attivo nel 2015, con il grado di maggiore della Royal Air Force. Come tutti i membri della Corona britannica, il duca di Sussex ha collaborato anche con molte associazioni e iniziative benefiche.

Rivivi, nel video sotto, la storia d'amore tra Harry e Meghan Markle, dall'incontro al secondo figlio.
24 marzo 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154