Catalogo
Dirette Tv
Cerca

Il racconto

Massimo Ghini e il figlio con il Covid: "Ai genitori dico: state attenti"

L'attore ne ha parlato in un'intervista al Corriere della Sera e ha rivelato di aver ricevuto attacchi per aver reso noto l'accaduto

Condividi
Massimo Ghini, dopo aver dato la notizia del ricovero del figlio di 25 anni per Covid, ha spiegato meglio la vicenda in un'intervista al Corriere della Sera. L'attore ha affermato di aver reso noto l'accaduto per mettere in guardia gli altri genitori e ha parlato anche degli attacchi ricevuti dopo aver dato la notizia.

"Il mio era solo un avvertimento per gli altri genitori", dice Ghini al quotidiano, specificando che si tratta del figlio Lorenzo, che è il più grande dei figli dell'attore e vive con lui. "In questo periodo di clausura ha deciso con altri quattro amici di prendere in affitto un appartamento per condividere il condivisibile: che so... vedersi insieme una partita, giocare alla console... Insomma, cercava un po’ di libertà", ha spiegato Ghini.

Ghini ha detto anche di essere stato "relativamente tranquillo" perché i giovani avevano fatto preventivamente il tampone rapido e perché "non stavano andando a fare assembramenti per l’aperitivo o altro, stavano chiusi a casa, ma si facevano compagnia. E bisogna pure capirli: i giovani non ce la fanno più a sopportare la clausura, hanno bisogno di sfogarsi".

Dopo quell'incontro, però, Lorenzo Ghini è risultato positivo al Covid e in ospedale gli è stata diagnosticata una polmonite bilaterale. Ora il 25enne sta meglio e si trova in un Covid Hotel per la quarantena. "Avendo felicemente superato quest’avventura, ho creduto giusto allertare gli altri genitori, come a dire: tenete alto il livello di attenzione, il controllo, perché non è vero che i giovani sono immuni e, nonostante le varie precauzioni, può succedere quello che è capitato a noi", ha detto l'attore al quotidiano.

"Stiamo parlando di una malattia terribile, maligna", ha continuato Ghini che è stato anche attaccato per aver parlato pubblicamente della vicenda. "Sono arrivati a dire che sono il solito pazzo che, pur di farsi pubblicità, tira fuori la storia del figlio! Roba da matti! Un tizio ha scritto addirittura che sono un padre che abbandona i figli e che Lorenzo dovevo educatamente incatenarlo a casa. La gente non sa proprio quello che dice", ha concluso l'attore.
26 febbraio 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154