Verissimo

Catalogo
Dirette Tv
Cerca

Il racconto

Mariangela Tarì: "Entrambi i miei bimbi sono gravemente malati"

Mariangela Tarì ha raccontato a Verissimo la sua difficile storia: "Quando ho scoperto che anche Bruno era malato sono entrata in chiesa e ho tirato giù la croce"

Condividi
Mariangela Tarì, autrice di un nuovo libro Il precipizio dell’amore, ha parlato a Verissimo del suo nuovo prodotto editoriale che racconta una storia molto forte: la sua. "Verso un anno e mezzo mia figlia Sofia comincia a graffiarsi il viso, a non dormire la notte e improvvisamente comincia a perdere gli oggetti dalle mani", racconta Mariangela.

"Inizia la ricerca del motivo di tutto questo, ma nessuno riesce a capire e mi accusano di essere ansiosa", continua. Dopo tante ricerche a Sofia viene diagnosticata una malattia molto rara: la sindrome di Rett. "È come una strega che rapisce tuo figlio un po' alla volta: gli toglie il cammino, l'uso delle mani, le parole, finché non rimangono soltanto gli occhi. E a noi sono rimasti solo quelli. Lei ci parla con i suoi occhi".

Quando Mariangela affronta il difficile periodo della scoperta della malattia di Sofia, è incinta di suo figlio Bruno: "È nato senza che neanche me ne accorgessi". "Bruno è arrivato come un terremoto. Vederlo correre ci sembrava un miracolo, la sua voce, i suoi disegni. Bruno non ha mai guardato la sorella come una bambina con disabilità", ha affermato.

Ma anche Bruno a un certo punto si ammala. "Inizia a vomitare", dice Mariangela. I medici collegano i sintomi alla sua situazione familiare e cominciano le terapie dallo psicologo. "Finché Bruno non si sente male durante una recita, lo portiamo in ospedale dove gli viene diagnosticato un tumore gravissimo al cervello", racconta.

"La prima cosa che ho fatto sono andata in chiesa e ho tirato giù la croce perché era troppo per me. La malattia di Bruno l'ho vissuta come un'ingiustizia", afferma. Una storia fortissima raccontata nel suo libro, attraverso cui Mariangela vuole lanciare anche un messaggio: "Mi preoccupa il futuro dei miei figli perché ancora in Italia non c'è sufficiente attenzione per la cura delle persone fragili".

Mamma Mariangela si chiede spesso cosa sarà dei suoi figli quando e se lei non dovesse esserci più. "Io vorrei che mia figlia morisse un giorno prima di me e quello che chiedo è: fate che le mamme non siano costrette a desiderare una cosa simile".
10 aprile 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154